Blog

Città di Ispica


2 maggio 2016 Facebook Twitter LinkedIn Google+ Luoghi & Dintorni


Ispica (Ispica o Spaccafurnu in siciliano) è un comune italiano di 16.063 abitanti[1] della provincia di Ragusa in Sicilia.
Settimo comune più popoloso della provincia, è situato sulla costa sud-orientale dell’isola e confina a nord-ovest con il territorio del comune di Modica, a ovest con Pozzallo, a sud-est con il territorio di Pachino e ad est con il territorio di Rosolini e Noto (questi ultimi tre in provincia di Siracusa).
Ispica (Ispica o Spaccafurnu in siciliano) è un comune italiano di 16.063 abitanti[1] della provincia di Ragusa in Sicilia.
Situata su una collina (“colle Calandra”) ad un’altitudine di 170 m s.l.m. e a 7 km dalla costa, dista 31 km a sud-est del capoluogo provinciale. Il territorio ha un’altitudine che va dai 0 m s.l.m. ai 309 m s.l.m.[3] ed è il sesto della provincia per superficie (113,5 km²). Include il Parco archeologico della Forza, con scavi e reperti fin il 1692, e Cava Ispica, riserva naturale prossima a far parte del Parco nazionale degli iblei. Inoltre fanno parte le riserve naturali dei Pantani, del Maccone Bianco e dell’isola dei porri, uno scoglio meta di escursioni subacquee, situato a 2 km dalla costa. Ad est, lungo la Cava Ispica, è attraversato dal fiume Busaitone, spesso in secca, le cui acque alimentavano, con il nome di Rio della Favara, i Pantani. La sua costa si estende fra il comune di Pozzallo e quello di Pachino, in provincia di Siracusa, per 13 km di lunghezza, prima con tratti bassi e sabbiosi e poi alti e rocciosi. “Punta Ciriga”, che si trova nel territorio comunale, segna il punto più meridionale della provincia di Ragusa.Il clima nella città di Ispica è temperato di tipo mediterraneo, è caratterizzato da inverni miti ed estati abbastanza calde. A pochi km da Ispica troviamo una piccola località denominata Santa Maria del Focallo (Santa Maria ru Fucaddu in siciliano) è una frazione di 209 abitanti di Ispica.È una località balneare che si estende per circa 8 km. Tra turisti e cittadini ispicesi, si popola principalmente in estate, grazie all’esteso arenile e all’acqua cristallina. Inoltre è caratterizzata da una striscia di vegetazione spontanea protetta, composta principalmente da Acacie, adatta per pic-nic.

Comments